Slide background

The Lion
The King

Slide background

The Tiger
The Queen

Slide background

The Polar Bear
The Bishop

Slide background

The Horse
The Knight

Slide background

The Giraffe
The Rook

Slide background

The Penguins
The Pawns

Slide background

The Man
The Killer

No Safari

L’obiettivo principale delle nostre campagne è quello di denunciare all’opinione pubblica Internazionale, situazioni in cui animali od ecosistemi in cui questi vivano, siano in situazioni di difficoltà o pericolo in modo che le istituzioni locali possano intervenire per risolvere i problemi segnalati.

Come riportato nel nostro statuto, AnimalsTrust ONLUS non si occupa solo di specie in difficoltà, ma anche di animali domestici, di insetti e di qualsiasi forma vivente si trovi in difficoltà ed in pericolo.

Per questo motivo è fondamentale, per il successo delle nostre campagne internazionali, la collaborazione di tutte le persone, che hanno a cuore la salvaguardia dell’ambiente e delle specie viventi che lo abitano, per creare un network Internazionale di partner che possano collaborare attivamente con noi sia per segnalare specie o singoli animali in difficoltà, sia per agire attivamente presso le istituzioni competenti nei diversi paesi.

Abbiamo realmente bisogno del supporto di tutti voi, sia che vogliate diventare nostri soci, sia che vogliate fare delle donazioni, sia che vogliate sostenerci con una semplice firma alla nostra petizione “No Safari”.

Parliamo di elefanti, ma nel nome degli elefanti vogliamo agire per salvare tutti gli animali selvatici africani, che come il leone, la giraffa, il bisonte, il rinoceronte, la zebra, l’ippopotamo, il bufalo, il gorilla di montagna, il leopardo, il ghepardo sono il simbolo di tutto il continente africano.

Gli elefanti sono presenti su questo pianeta da milioni di anni fa, molti anni prima che della comparsa dell’uomo sulla terra e ora rimangono solo due specie: l’elefante africano e quello asiatico. Ora, i più grandi animali terrestri di tutto il mondo sono minacciati a causa della domanda internazionale per le loro zanne.

Gle elefanti Africani si trovano  attualmente in circa 35 paesi dell’Africa sub-sahariana. Nel 1976 esisteva una popolazione di circa 1,3 milioni di elefanti africani, ora ci sono solo circa 500.000 esemplari, a causa dello sciagurato commercio di avorio.

Ogni anno, migliaia di elefanti vengono brutalmente uccisi per il loro avorio. Alcuni stimano che ben il 7% (35.000), siano gli elefanti sterminati ogni anno.

La morte degli elefanti è orribile, bracconieri e cacciatori sparano agli elefanti con armi automatiche e tagliano le loro zanne con asce e anche motoseghe. Tragicamente il commercio dell’avorio ha una storia lunga e sanguinosa.

Gli elefanti vengono uccisi per il loro avorio, che viene utilizzato per l’artigianato, come ad esempio sculture, ornamenti, pettini, gioielli, ecc.

Nel 2011, CITES segnalati almeno 25.000 elefanti africani sono stati uccisi.

Nel 2012 bracconaggio e sequestri di avorio illegale hanno raggiunto livelli record dal 1989, anno del divieto internazionale di commercio dell’avorio.

Cosa stiamo facendo

Con la nostra campagna “No Safari” lanciata sulla piattaforma Causes.com chiediamo ufficialmente agli stati africani della Namibia, South Africa, Uganda, Kenia, Tanzania e Botswana di bloccare ogni tipo di safari di caccia all’interno dei loro stati e di favorire lo sviluppo di Safari fotografici e di allargare le aree protette dedicate a questi animali.

Il nostro obiettivo è quello di favorire un censimento ed un monitoraggio capillare delle principali specie animali africane a partire da quelle più a rischio come elefanti e rinoceronti.

Cosa potete fare

Con le vostre donazioni intendiamo avviare un programma di censimento e di monitoraggio degli elefanti e dei rinoceronti africani negli stati, oggetto della nostra petizione.

Finanzieremo direttamente personale locale, all’interno dei principali parchi naturali di Namibia, South Africa, Uganda, Kenia, Tanzania e Botswana per arrivare ad un censimento accurato degli elefanti e dei rinoceronti all’interno dei rispettivi territori.

Daremo il nostro supporto al Chobe National Park in Botswana, al Nkasa Rupara National Park in Namibia , al Addo Elephant National Park in Sud Africa, al Serengeti National Park in Tanzania, al Mgahinga Gorilla National Park in Uganda e al Meru National Park in Kenia.

Vai alla gallery “No Safari”.

ATTENZIONE: alcune delle immagini e video pubblicati sulla gallery, a causa della crudeltà delle immagini sono riservate ad un pubblico adulto.

FIRMA LA PETIZIONE